The Clock Tower Italian Wiki
Advertisement
Fiona Belli
{{{itemimage}}}
Fiona e Hewie in Haunting Ground
Sesso
Femminile
Età
18
Stato
Viva
Capelli
Biondo platino
Occhi
Azzurri
Occupazione
Studentessa
Apparizione/i
Haunting Ground
Doppiatore / i
Cornelia Hayes O'Herlihy
Famiglia
No... Non può essere vero... È solo un brutto sogno. È impossibile!... Non può essere...!

Fiona Aureolus Belli (フィオナ・ベリ Fiona Beri) è la protagonista di Haunting Ground.

Personalità[]

Fiona è una ragazza molto intelligente e, anche se non è molto atletica, si serve di altri mezzi per affrontare le situazioni difficili che le si presentano. È molto introversa, raramente mostra emozioni ed è molto matura. Anche se è molto determinata, in varie occasioni si spaventa molto facilmente. Forse ciò è dovuto al suo stile di vita molto protetto.

Ad un certo punto del gioco, Fiona ammette di avere alcune competenze col pianoforte.

Dimostra di avere cura per gli animali e respinge gli abusi e le sofferenze inflitte ad essi; esaminando alcune gabbie, commenta su quanto possano essere malate alcune persone o, quando esamina un tappeto fatto con un orso polare, riflette su quanto sia terribile essere calpestati tutto il giorno. Inoltre, Fiona mostra simpatia nei confronti del piccolo Hewie, che è stato legato con una corda ad un albero da Riccardo e salvato dalla stessa Fiona.

Fiona può avere attacchi di cuore, poiché durante il gioco non è in grado di correre più di un paio di minuti senza stringersi il petto con la mano sinistra, oltre alla vibrazione costante del controller. Il suo battito cardiaco è molto alto e ha scarsa capacità di resistenza. Ciò conduce all'ipotesi che soffra di anemia. I sintomi di tale patologia includono astenia, cioè stanchezza e facile affaticabilità, dolore al petto, pelle pallida (Fiona ha la pelle molto pallida), dolori articolari (Fiona cammina molto durante la partita), svenimenti e vertigini (Fiona sviene due volte durante il gioco), carenza di ossigeno e dispnea. Nella Modalità Panico, Fiona è estremamente difficile da controllare, poiché inciampa e cade sul pavimento. Può anche avere una sorta di fotofobia o acromatopsia perché, nella Modalità Panico, lo schermo diventa bianco e nero e ha una sfocatura traballante. La sua condizione fisica può essere attribuita al fatto che il padre era un clone. Tutta via questi sintomi si manifestano in momenti di ansia e assoluta paura di Fiona, lasciando presumere che la maggior parte di essi siano semplicemente psicologici. Infatti, quando Fiona sviene ciò è dovuto da momenti scioccanti su fatti da poco avvenuti, tipo alla morte dei suoi genitori, e alla scoperta che Riccardo è l'assassino.

Aspetto[]

250px-FionaBelli

Fiona Belli

Fiona è una ragazza di appena diciotto anni, dai capelli biondo platino, di solito raccolti in un codino con un elastico per capelli blu chiaro, i quali cadono a pochi centimetri oltre le spalle, mentre la frangetta pende liberamente appena sopra gli occhi. La sua pelle è chiara e sembra non avere alcun tipo di make up. I suoi occhi sono azzurri, corrispondenti all'elastico per capelli. Intorno al collo indossa un semplice girocollo marrone scuro con un piccolo ciondolo azzurro.

Il design della sua camicia è molto complesso. Essa è quasi interamente bianca, con lo scollo quadrato e le maniche lunghe a sbuffo, ma strette sul polso. Una spilla blu, presumibilmente uno zaffiro azzurro, è incastonata appena sopra la scollatura del seno. Sulla parte orizzontale della scollatura, vi è una striscia di stoffa marrone con un disegno dorato in esso. Tali strisce sono visibili anche su entrambe le maniche, tre ciascuna. Il fondo della camicia ha dei ricami che rappresentano dei fiocchi di neve. La parte posteriore della camicia è aperta e sotto la linea del busto parte una stringa blu incrociata che termina con un fiocco. Sotto la stringa si intravede un indumento intimo nero.

La gonna viola scuro è stratificata e parte dalla zona dello stomaco. La metà superiore è semplice, mentre la metà inferiore è presumibilmente fatta di georgette. La fine della gonna è bordata da una striscia di pizzo che termina ben sopra la prima metà della coscia. Ha delle calze nere trasparenti che partono appena sotto le ginocchia e degli stivali marroni color ruggine. Ai lati hanno un piccolo bordo a V, sotto il quale inizia la zip e un disegno floreale di un marrone più chiaro di quello degli stivali. Infine, entrambi gli stivali hanno un tacco alto pochi centimetri.

Oltre al costume principale, Fiona può indossarne altri:

  • Lenzuolo: lo indossa nei primi istanti del gioco. È un semplice lenzuolo di seta color crema che copre le nudità della protagonista. Tuttavia, una volta tolto, non sarà più disponibile negli armadi che Fiona incontrerà durante il gioco.
  • Costume normale 2: È simile a quello principale, tranne per il fatto che Fiona cammina scalza e ha i capelli sciolti.
  • Sotto i ferri: È formato solo da un sudicio camice chirurgico bianco con delle chiazze di sangue. Qui Fiona ha i capelli sciolti e il girocollo dell'outfit principale.
  • Mandriana: Fiona indossa un cappello da cowgirl appeso al collo, un orecchino a piuma sull'orecchio sinistro, una collana con un ciondolo simile alla spilla dell'outfit principale, un costume da bagno a due pezzi azzurro ( il primo pezzo ha delle strisce orizzontali nere, rosse e gialle in cima e con delle perline al centro, mentre il secondo pezzo ha delle strisce verticali bianche, nere e rosse di diverse misure), un bracciale subito sotto la spalla, dei guanti rosso mattone, un paio di pantaloni beige a zampa di elefante con le frange, aperti sull'interno coscia e sulla parte posteriore e, infine, delle scarpe marrone scuro con dei motivi arancioni e degli speroni. Oltretutto, Fiona come arma dispone di una revolver.
  • Vietato ai minori: Molto succinto come outfit, è fatto interamente di cuoio nero. Ha la forma di costume intero con una scollatura a V che mostra metà del seno e l'ombelico, da una collana a forma di cuore, da dei lunghi guanti e da un paio di stivali che arrivano a metà coscia. In più Fiona possiede un perverso frustino per attaccare i nemici.
  • Fiona la Rana: È un simpatico costume da rana che le da la possibilità di effettuare la spinta all'indietro senza ridurre la resistenza.

Haunting Ground[]

Fiona cage

Fiona nella gabbia

Fiona Belli, dopo aver perso i sensi a causa di un incidente stradale, si risveglia seminuda in una gabbia situata nelle segrete di un castello. Notando che la gabbia è aperta, si libera, ma improvvisamente, da sotto un tavolo sbuca un cane, dal quale cade un collare su cui è inciso il nome "Hewie". Una volta uscita dalle segrete, la ragazza si ritrova all'aperto ed entra in una stanza del castello. Qui incontra Daniella, la domestica del castello, che la esorta ad indossare gli indumenti che le ha preparato sul letto ma, prima che la ragazza potesse farle troppe domande, la donna sparisce.

Fiona si veste e girovagando tra le stanze del castello s'imbatte in Debilitas, un giardiniere gobbo mentalmente instabile che, la scambia per una bambola, ma viene fermato da Riccardo, il custode del castello. Egli la informa dell'incidente stradale nel quale i suoi genitori sono morti, comunicandole inoltre che Fiona è l'unica erede del Castel Belli, il posto in cui lei si trova. Alla notizia, la ragazza sviene e si risveglia nella stanza visitata in precedenza, svegliata dai guaiti di un cane. Fiona esce e trova Hewie, il cane incontrato precedentemente nelle segrete, legato grossolanamente ad un albero che giace sofferente a causa delle ferite provocate dalla corda. Fiona lo libera e ritorna nella sua stanza dove trova Debilitas, ma in quel momento irrompe Hewie che lo attacca mettendolo in fuga. Da quel momento, entrambi diventano inseparabili e cercano insieme un modo per fuggire.

Fionahewie2

Fiona e Hewie dopo la sconfitta di Debilitas

In seguito, Fiona scopre che gli antenati dei suoi presunti parenti erano alchimisti ed erano alla ricerca di un elemento chiamato Azoth. Nel frattempo, riceve alcune lettere da parte di un certo Lorenzo che vuole aiutarla a fuggire. Fiona si dirige in un osservatorio astronomico che porta verso una cappella nella quale è custodita una chiave che apre l'area più antica del castello che è vicina all'uscita attraverso i boschi. Ma all'improvviso, Debilitas arriva di soppiatto e blocca la porta della cappella dando inizio allo scontro finale. La battaglia ha due esiti differenti nei quali si vede, da un lato, Fiona che cerca di far precipitare un enorme lampadario sul suo stalker, il quale si rassegna e smette di perseguitarla, e dall'altro, la morte di Debilitas.

Fiona soup

Fiona durante la cena

Al termine dello scontro, Fiona recupera una chiave che si accinge ad utilizzare, ma appare Daniella, che la invita a recarsi nella sala da pranzo per l'ora della cena. Durante questa, Daniella confessa a Fiona che non può sperimentare alcun tipo di dolore o piacere, ne tanto meno avere rapporti sessuali. Al termine del suo pasto, Fiona è colta improvvisamente da vertigini e spossamenti e decide di andare a riposarsi. Nel frattempo, Daniella entra nella stanza fissando e toccando Fiona svegliandola bruscamente. La domestica continua ad osservarla attentamente, poi si dirige lentamente verso una finestra e la rompe colpendola ripetutamente con la propria testa, ricavandone un pezzo di vetro lungo quanto un sciabola, e si avventa su di Fiona.

Durante la fuga, Fiona si reca ad una porta che conduce in un'area ancora più antica del castello, conosciuta come la "Magione". Tale luogo si scopre essere l'area in cui un antenato di Fiona vissuto all'incirca nel XVI secolo, Aureolus Belli, che compiva diversi esperimenti alchemici nell'intento di trovare un sistema per ottenere l'immortalità. L'uomo riuscì, in parte, a raggiungere il suo obiettivo, ma sebbene egli continuasse a vivere oltre le comuni aspettative di vita, il suo corpo faticava a combattere il naturale invecchiamento e finiva inevitabilmente col deteriorarsi. Ciò era dovuto agli effetti collaterali del Metodo a Secco. Per risolvere tale problema, Aureolus generò, tramite alcuni processi alchemici e botanici, una pianta in grado di fornire sangue ed altre materie prime che potessero consentire la preservazione del corpo, la mandragora, ma questa creatura si rivelò poco più che un placebo e l'uomo, ormai quasi ridotto ad un morto vivente, comprese che soltanto un particolare elemento, l'Azoth, gli avrebbe consentito di vivere in eterno e con un corpo sempre giovane ed efficiente. La ricerca su tale elemento venne poi proseguita dai cloni dell'uomo, quasi tutti conosciuti con il nome di Aureolus Belli.

Con orrore, Fiona scopre, in seguito all'ennesimo agguato teso da Daniella, che l'Azoth non è altro che un distillato alchemico dell'essenza vitale delle persone, e che Daniella intende recuperarlo dal corpo di Fiona estirpandole il ventre, in modo da poter provare finalmente le stesse emozioni di una persona completa.

Moonlight

Fiona e Hewie

Giunta in una stanza dotata di un particolare meccanismo per riflettere la luce lunare su uno specchio circolare al centro del pavimento, Fiona viene raggiunta da Daniella, che la blocca in quell'area. Aiutata da Hewie, che tiene la donna a distanza, Fiona attiva il meccanismo e una forte luce inonda la stanza riflettendo sullo specchio. Alla vista di tale oggetto, Daniella urla generando delle vibrazioni. Il tremore spacca la cupola di vetro che compone il soffitto, dei piccoli detriti piovono su Daniella quando ad un tratto un enorme pezzo di vetro le attraversa il cuore, trafiggendola a morte. Fiona recupera dal suo cadavere un'altra chiave, che apre la porta di un'area situata ancora più in profondità della magione giungendo quindi in un vecchio laboratorio, dove incontra nuovamente Riccardo, il custode.

La ragazza supplica invano l'uomo di lasciarla andare, quindi scappa via terrorizzata. Fiona e Hewie si dirigono in un bosco, dove qualcosa attira il cane tra le fronde, e poco dopo si ode l'eco di uno sparo. Fiona si dirige nella direzione del suono, dove trova Hewie accasciato al suolo, con una zampa ferita. La ragazza medica il cane come meglio può, ma un secondo sparo riecheggia nel luogo e Fiona scappa via, nell'intento di distrarre Riccardo. Giunta sull'orlo di una scarpata, Fiona non può proseguire oltre, e viene raggiunta presto dall'uomo che, rimosso il cappuccio dalla propria testa, mostra di avere lo stesso volto di Ugo, il padre di Fiona, tranne per le profonde cicatrici.

Riccardo spiega che lui e Ugo sono cloni, e rivela inoltre di essere stato lui ad assassinare suo padre durante l'incidente automobilistico. Il suo progetto è di usare l'Azoth custodito nell'utero di Fiona come mezzo per conquistare immortalità. In quell'istante, Fiona ricorda ciò che è accaduto nell'incidente: durante il suo tragitto in auto con i genitori, un'altra macchina li affianca e li urta ripetutamente, fino a far perdere a Ugo il controllo della vettura, che va a sbattere contro una pila di tronchi. Ayla, la madre di Fiona, viene proiettata contro il parabrezza, morendo sul colpo, mentre Ugo, che riporta gravi lesioni, viene raggiunto da Riccardo, che lo pugnala a morte sotto lo sguardo di Fiona, che poco dopo perde i sensi. Fiona, nel ricordare, ha un altro capogiro e sviene, quindi Riccardo la trasporta via. Fiona deposta sul letto di un'ambulatorio della Magione, viene esaminata da Riccardo e scopre che il suo corpo non è ancora pronto e che ci vorranno ancora alcuni giorni, rinchiudendola infine in una torre per aspettare.

La ragazza viene svegliata da Hewie qualche ora più tardi, rinchiusa in una cella e con addosso un camice chirurgico, e si accorge di avere vicino a se alcune lettere da parte di Lorenzo, che le spiega come fuggire dalla torre. Fiona con l'aiuto di Hewie trova un modo per aprire la cella, abbracciando affetuosamente il pastore tedesco ringraziandolo per averla salvata di nuovo. (Nei commenti di Hewie nella modalità difficile, il cane rivela che Riccardo emana una forte puzza pungente che infastidisce il naso fine di Hewie e che molto probabilmente è grazie a questo che il pastore ha potuto ritrovare Fiona in breve tempo). La ragazza, esplorando il luogo, scopre che l'ingresso della torre è sbarrato ed è costretta ad esplorare il luogo in cerca di una via alternativa. Si reca quindi in cima alla struttura, dove viene bloccata da Riccardo che la attacca. Fiona ordina a Hewie di avventarsi sull'uomo, che scivola oltre la balconata fatiscente del faro e precipita nel vuoto vendicandosi così della morte dei suoi genitori e della sua prigonia.

Attraverso un ponte fatto riemergere dal lago circostante alla torre, Fiona raggiunge una struttura ancora più antica, denominata Casa della Verità, e raggiunge il fantomatico Lorenzo, un uomo oltremodo attempato e costretto a una carrozzella. Egli si presenta con il nome esteso di Aureolus Lorenzo Belli, e si scusa per il comportamento del figlio Riccardo. Il vecchio aggiunge, inoltre, di essere profondamente risentito nei confronti di Ayla, la quale ritiene responsabile dell'allontanamento del figlio Ugo, per poi concludere, in preda ad una isterica euforia, di essere finalmente riuscito a ottenere il suo Azoth, ovvero Fiona. La ragazza comprende dunque che l'apparente solidarietà dell'uomo era in realtà un espediente per attirarla a sé con lo scopo di estrarne l'Azoth, e si dà immediatamente alla fuga. Il vecchio, nonostante le sue condizioni, si precipita giù dalla carrozzella e insegue Fiona, strisciando forsennatamente sulle proprie braccia. Fiona, giunta presso una piccola miniera, attira Lorenzo verso un nastro trasportatore e attiva il meccanismo, facendo sbriciolare vivo il suo inseguitore, dal quale poi recupera una chiave che dovrebbe condurla, in apparenza, verso l'uscita.

Fiona run

Fiona scappa da Lorenzo

La ragazza però finisce dentro un labirinto dove incrocia nuovamente Lorenzo, nelle sembianze di un uomo di mezza età, che grazie all'Azoth del defunto Riccardo di cui si era impadronito poco dopo la morte di quest'ultimo, caduto giù dalla torre, ringiovanisce ulteriormente, sino ad assumere l'aspetto di un giovane uomo poco più grande di Fiona. Nel pieno dei suoi poteri, Lorenzo bracca incessantemente Fiona fino a condurla in una sorta di laboratorio alchemico che sovrasta un pozzo di lava. L'area, attraversata da folate di aria calda, è notevolmente instabile, quindi Fiona, cogliendo il momento propizio, sfrutta i getti di aria per far precipitare Lorenzo nel pozzo di lava causando, almeno in apparenza, la sua morte. Poco dopo la struttura viene colpita da una serie di scosse sismiche e Lorenzo riemerge dal pozzo, scarnito e completamente ricoperto dal fuoco. Fiona, inseguita da Lorenzo, scappa verso l'uscita che, purtroppo, è chiusa. Lorenzo alla fine la raggiunge ma, ormai consumato dalle fiamme, cade a terra incenerito, lasciando tra i suoi resti una chiave. Fiona la raccoglie e attraversa l'uscita del castello in compagnia di Hewie.

Finali[]

  • (A) "Fortes Fortuna Juvat" ("La fortuna aiuta gli audaci") - Fiona cerca di infilare in fretta e furia la chiave nella serratura ma, guardando Hewie si calma e riesce a sbloccare la porta. Tuttavia, Hewie comincia ad abbaiare catturando l'attenzione di Fiona. Dalla porta del castello, esce Debilitas con un paio cesoie. In quell'istante, entrambi si guardano, ma egli la saluta con un leggero inchino e prende a svolgere le sue mansioni di giardinaggio ringraziandola per aver risparmiato la sua vita. Così, Fiona apre le porte del castello e, insieme a Hewie, lasciano il castello. Debilitas inizia a tagliare le foglie in eccesso degli alberi canticchiando tra sé e sé. Per ottenere questo finale, il giocatore deve sconfiggere Debilitas facendogli precipitare il lampadario addosso. Ciò non lo ucciderà, ma lo esorterà a ritirarsi e cessare di essere una minaccia per Fiona. Questo è considerato il finale migliore e quello che si collega di più alla storia.
  • (B) "Ignis Aurum Probat" ("Prove di fuoco oro") - simile al Finale A, eccetto che Debilitas non apparirà. Mentre Fiona apre le porte del castello, si gira e fissa un'ultima volta il castello per qualche istante, prima di voltarsi e andarsene con Hewie nella foresta. Per ottenere questo finale, il giocatore deve uccidere Debilitas.
  • (C) "Dona Nobis Pacem" ("Donaci la pace") - Se poco dopo aver sconfitto Debilitas, Fiona si recherà nella baracca nella quale vive l'uomo, egli le donerà una "chiave sudicia". Tale chiave apre un ripostiglio situato nel bagno nel quale Fiona trova la chiave del cancello principale. Fiona lo apre e fugge insieme a Hewie, facendo concludere le vicende del gioco anticipatamente. Dall'alto del castello il vecchio Lorenzo osserva la scena e, urlando a squarciagola, supplica la ragazza di ritornare. Per la fretta, cade giù dalle scale e si demoralizza per non aver raggiunto il suo obiettivo. Per ottenere questo finale, il gioco deve essere completato almeno una volta.
  • Fiona pregnant

    Fiona nel Finale D

    (D) "Tu Fui, Ego Eris" ("Quello che tu sei, io ero. Quello che io sono, tu sarai.") - Fiona si risveglia in una gabbia di vetro dove Riccardo le promette di non farle del male qualora lei acconsenta spontaneamente a farlo rinascere; quindi la ragazza inizia ad urlare disperata. Più tardi, nella suite dove Fiona alloggiava, nella quale la ragazza giace assopita su di una poltrona, Riccardo la accarezza teneramente. A quel punto Fiona si sveglia e prende a ridere sommessamente, lasciando intendere che a seguito della sua cattura sia con il tempo impazzita, mentre la telecamera, a man mano che si allontana, rivela che Fiona è in avanzato stato di gravidanza. Per ottenere questo finale, Fiona deve maltrattare Hewie e non medicarlo nella foresta. Quindi Hewie non salverà Fiona, poiché, probabilmente, non sarà riuscito a sopravvivere alla ferita, o forse perché sarà scappato dalle angherie di Fiona. Tuttavia, questo finale non è conforme alla trama, poichè Fiona in più di un' occassione, nel corso del gioco, mostra il suo profondo affetto per Hewie, e nel vedere delle gabbie e gli animali impagliati nelle stanze del castello, fa commenti disprezzanti su chi li tratta in modo tanto crudele.

Biografia[]

Non si sa molto sulla vita di Fiona prima degli eventi del gioco. È nata con una voglia sulla schiena simile a quella di suo padre, Ugo, ed è discendente di Aureolus Belli dalla 15° generazione. Ha ereditato l'Azoth da suo padre, ma è inconsapevole delle sue origini. Fiona era in viaggio con i suoi genitori per andare a frequentare un college, quando è stata coinvolta in un incidente d'auto. Sua madre, Ayla, è morta sul colpo, mentre il padre, sopravvissuto allo schianto iniziale, è stato immediatamente ucciso da Riccardo con un pugnale.

Curiosità[]

  • Fiona ha varie scene di morte in cui viene trafitta da perni, divorata dagli insetti, uccisa nella Vergine di Ferro, trafitta da una balestra e schiacciata da una smerigliatrice.
  • Il nome "Fiona" significa "pallida". Questo potrebbe riferirsi alla sua carnagione chiara.
  • Fiona presenta delle forti somiglianze con Jill Valentine, la protagonista di un altro gioco Capcom, Resident Evil 5. Hanno lo stesso modello poligonale, possiedono la pelle chiara, gli occhi azzurri e i capelli biondo chiaro (anche se il colore naturale dei capelli di Jill è castano) raccolti in una coda bassa. Inoltre entrambe sanno suonare il pianoforte.
  • Condor

    Fiona in Tatsunoko vs. Capcom

    Fiona fa un'apparizione nel finale di Joe il Condor in Tatsunoko vs Capcom, insieme a Hewie e Debilitas.
  • Fiona appare in una card in SNK vs. Capcom Card Fighters DS.
  • A differenza del resto dei protagonisti dei capitoli di Clock Tower, Fiona resta viva in ogni finale del gioco (esclusa Alyssa Hamilton di Clock Tower 3, in quanto il gioco non contiene finali multipli).
  • Fiona condivide due costumi aggiuntivi con Alyssa Hamilton: da mandriana e di cuoio nero.
  • Tutti i personaggi maschili del gioco sono attratti da Fiona. Ad esempio, Debilitas, dopo essersi reso conto che non è una bambola e dopo aver notato la sua bellezza controluce nella Cappella, smette di inseguirla. Riccardo, invece, ha sempre esclamato frasi come "Sarai mia, Fiona!", così come Lorenzo.
  • Fiona Card
    Come si può vedere nella Galleria della Stanza Segreta, Fiona avrebbe dovuto avere i vestiti che si strappassero ad ogni danno subito, ma ciò non è stato più aggiunto. Forse perché tale processo era troppo complicato per la PlayStation 2, o perché gli sviluppatori non volevano sessualizzare la figura adolescenziale di Fiona.
  • Anche se la sua data di nascita è sconosciuta, si può presumere che Fiona sia nata negli anni '80. Clock Tower 3 è stato rilasciato nel 2003 nel Nord America e il gioco è ambientato nello stesso anno. Se la stessa logica si applica ad Haunting Ground, che è stato rilasciato nel 2005, l'anno di nascita di Fiona sarebbe probabilmente intorno al 1987-1988.

Galleria[]

Modello poligonale[]

Concept art[]

Filmati[]

Gameplay[]

Advertisement