The Clock Tower Italian Wiki
Advertisement
Shannon Lewis
{{{itemimage}}}
Artwork di Shannon Lewis
Sesso
Femminile
Età
Giovane adulta (età precisa sconosciuta)
Stato
Morta (nei finali canonici)
Capelli
Viola scuro
Occhi
Castano scuro
Occupazione
Sconosciuta
Apparizione/i
Clock Tower II: The Struggle Within
Doppiatore / i
Lee Kitts (Inglese)

Tomiko Suzuki (Giapponese)

Mieko Nebashi (Drama CD)
Famiglia
Allen Hale padre; Alyssa Hale sorellastra

Shannon Lewis (藤香 Fujika) è la figlia di Allen Hale in Clock Tower II: The Struggle Within.

Aspetto[]

Shannon ha i capelli neri con le sfumature viola, labbra viola, e gli occhi scuri. È alta e ha corporatura snella, e indossa un tailleur viola con i tacchi alti. La sua carnagione pallidissima la fa apparire spettrale.

Storia[]

Quando Shannon aveva otto anni, i suoi genitori divorziarono e lei fu data in custodia alla madre, morta di una malattia un anno dopo. Dopo ciò, fu allevata dai parenti. Mentre cresceva, iniziò a sviluppare un odio verso il padre, Allen, e si rifiutò di usare il suo cognome, Hale.

Ad un certo punto, quando vide Alyssa con Allen, divenne subito invidiosa iniziò a tramare una vendetta contro di lei, sorella inconsapevolmente adottata.

Clock Tower II: The Struggle Within[]

Prima della sua apparizione, la voce di Shannon può essere ascoltata quando Alyssa/Bates esamina alcuni luoghi in ospedale. Alla fine, quando un folle Henry Kaplan, tenta di strangolarla nel suo ufficio, appare Shannon e gli spara in testa prima di andare via. Quando Alyssa esce dalla stanza, Shannon si mostra all'estremità opposta del corridoio. Alyssa la ringrazia, ma Shannon ammette che lo ha fatto solo per avere la possibilità di ucciderla.

Più tardi, Alyssa trova Shannon nella Memorial Pharmaceuticals Research Lab, seduta su una sedia in una delle sale computer. Shannon si presenta subito prima di chiedere ad Alyssa se lei vuole morire, aggiungendo che può farlo per lei. Vedendo Alyssa confusa, lei le dice di scappare.

Alyssa la trova poi nel seminterrato, seduta in un'altra stanza che contiene alcuni componenti hardware. Shannon la accusa di averle rovinato la vita con la maledizione Maxwell. Subito dopo, tenta di strangolarla, ma viene fermata da Bates. Incredula, lo guarda brevemente prima di fuggire.

Alyssa si dirige al santuario seminterrato del laboratorio, dove incontra Shannon e la affronta per l'ultima volta. Prima che possa ucciderla, Allen Hale interviene e la ferma. Quando suo padre cerca di convincerla a uccidere lui e risparmiare la figlia, Shannon si rende conto del profondo rapporto tra Allen e Alyssa, relazione che non è mai riuscita ad avere con suo padre. Prende poi una pillola di cianuro e suicida davanti ai loro occhi. Il suo cadavere viene presumibilmente distrutto quando il laboratorio esplode al culmine del gioco.

Finali alternativi[]

  • Se Bates si avvicina a Shannon nel loro primo incontro presso il laboratorio di ricerca, Shannon gli spara allo stomaco, dando inizio al Finale H.
  • Se Alyssa si avvicina a Shannon nel loro secondo incontro senza mettere giù il suo amuleto, Shannon la strangolerà, dando inizio al Finale D.

Citazioni[]

  • "Il mio passato... il mio passato maledetto... Cancellalo, per favore..."
  • "Non posso dimenticarti."
  • "Averti salvata...? Solo perché... Non avrei potuto lasciarti morire così facilmente."
  • "Sono Shannon."
  • "Che fortuna che tu sia venuta qui. Sei venuta per morire, non è vero? Posso aiutarti in questo."
  • "Tu sgualdrina spregevole ... hai rovinato la mia vita! La tua maledizione mi ha colpita... e non ti perdonerò MAI per questo."
  • "Muori, maledetta sgualdrina!"
  • "Piccola ragazzina sciocca!"
  • "Che diavolo?!"
  • "Non ho intenzione di lasciarti fuggire. Dovrai morire qui."
  • "Che ironia... pronunciare il mio nome. Hai mai avuto il diritto di chiamarmi con il mio nome? Mi hai abbandonata... quando ero solo una bambina..."
  • "Vendetta? Forse hai ragione... ma deve esserci in un modo migliore..."

Gallery[]

Advertisement